L’endocrinologia è quella branca della medicina che studia e cura le malattie delle ghiandole endocrine, cioè gli organi preposti alla produzione e all’immissione nel sangue di particolari messaggeri chimici chiamati ormoni.
L’endocrinologo, si occupa della diagnosi e della cura degli squilibri e delle malattie ormonali.Gli ormoni sono dei messaggeri chimici importantissimi, in quanto provvedono a regolare il metabolismo, la crescita, la riproduzione e lo sviluppo sessuale.
Le ghiandole endocrine che secernono gli ormoni sono la tiroide, la paratiroide, l’ipofisi, il pancreas, i surreni, le ovaie (nella donna) e i testicoli (nell’uomo). Pertanto, si ci rivolge a un endocrinologo in caso di disturbi o disordini di una di queste ghiandole appena nominate.
Bassa statura
Diabete
Disturbi metabolici
Infertilità
Malattie della tiroide
Menopausa
Pressione alta (ipertensione)
Problemi di colesterolo
Problemi legati alla pubertà (precoce o ritardata)
Produzione eccessiva o insufficiente di ormoni
Osteoporosi e fragilità ossea
Tumori delle ghiandole endocrine

Principale strumento di lavoro dell’endocrinologo sono i test di laboratorio, utilizzati in misura maggiore rispetto alla maggior parte delle altre branche specialistiche. Molte condizioni patologiche a carico delle ghiandole endocrine vengono indagate attraverso la stimolazione o l’inibizione del funzionamento della ghiandola stessa mediante la somministrazione di agenti stimolanti o inibenti l’attività della ghiandola stessa: il sangue del paziente viene poi sottoposto ad analisi specifiche per valutare le eventuali modifiche provocate dalla sostanza somministrata.
Molto importante per l’endocrinologo è anche il ricorso alla diagnostica per immagini: la visualizzazione degli organi endocrini può infatti essere rivelatrice della presenza di anomalie.
È bene chiedere un appuntamento con l’endocrinologo nel caso in cui i test di laboratorio abbiano rilevato delle anomalie tali da far sospettare la presenza di squilibri endocrini; ogni volta che si manifestano nuovi sintomi connessi alla propria malattia endocrina; nel caso in cui si conviva con la malattia endocrina da diversi anni, ma si stiano ravvisando problemi nella gestione della stessa; nel caso in cui si senta la necessità di avere un secondo parere sulla diagnosi e/o sulla gestione della malattia endocrina di cui si soffre.

Medici

Dok.Shkc. Valentina Lile
Dok.Shkc. Valentina Lile