L’ortopedia è quella branca della medicina che studia, cura e tenta di prevenire i problemi e le malattie dell’apparato muscolo-scheletrico.
L’ortopedico, quindi, è un medico specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle patologie che possono colpire il complesso sistema di muscoli, ossa, tendini, legamenti e nervi, presenti nel corpo umano.

È importante sottolineare che il trattamento ortopedico è sia conservativo che chirurgico.
Oggi, l’ortopedico ha pazienti di tutte le età, ma, nonostante ciò, ha mantenuto il nome di un tempo.

Molto spesso, nel corso della loro formazione professionale, gli ortopedici si specializzano ulteriormente in un ambito della loro disciplina, diventando degli esperti di una determinata parte anatomica del corpo – per esempio il ginocchio o la mano – oppure di una certa tipologia di patologie – per esempio le artriti o i tumori dell’apparato muscolo-scheletrico.
Brevemente, le più importanti sottospecializzazioni dell’ortopedia riguardano:
• Le forme di artrite e l’osteoartrite
• Le fratture ossee
• La sostituzione, con protesi, delle articolazioni danneggiate
• Gli infortuni durante l’attività sportiva (medicina sportiva)
• I problemi della mano
• I problemi della spalla
• I problemi del ginocchio
• I problemi della colonna vertebrale
• Le malattie muscolo-scheletriche dell’infanzia
• L’oncologia muscolo-scheletrica
Diagramma che mostra come il menisco viene riparato usando un artroscopio
Un artroscopio è un piccolo tubo che viene inserito nel corpo per guardare all’interno di un’articolazione. Contiene un sistema di lenti, una piccola videocamera e una luce per la visione. La fotocamera è collegata a un sistema di monitoraggio che consente al chirurgo di visualizzare l’operazione mentre è in corso. L’artroscopio viene spesso utilizzato con altri strumenti che vengono inseriti attraverso un’altra incisione. Questi strumenti, a differenza dell’artroscopio, sono usati per afferrare, tagliare e sondare.
L’artroscopia è una procedura minimamente invasiva utilizzata per la diagnosi e il trattamento delle condizioni che interessano le articolazioni. Originariamente, l’artroscopia era usata principalmente per pianificare una chirurgia aperta standard. Tuttavia, a causa dello sviluppo di nuovi strumenti e tecniche chirurgiche avanzate, molte condizioni possono anche essere trattate utilizzando un artroscopio.

L’articolazione più frequentemente esaminata usando l’artroscopia è il ginocchio. Tuttavia, l’artroscopia può essere utilizzata per esaminare altre articolazioni, tra cui:
Spalla
Gomito
Caviglia
anca
Polso

Una procedura artroscopica può essere utilizzata per diagnosticare e assistere nel trattamento delle seguenti condizioni:
Infiammazione al ginocchio, alla spalla, al gomito, al polso o alla caviglia
Lesioni, come strappi del tendine della cuffia dei rotatori della spalla o sindrome da impingement (pizzicamento dei tendini della spalla causato dall’eccessiva spremitura o sfregamento della cuffia dei rotatori e della scapola)
Danni alla cartilagine, come lacrime, lesioni o usura
Lacerazioni del legamento con instabilità nel ginocchio
Lacerazioni meniscali (cartilagine), condromalacia (usura o lesioni del cuscinetto della cartilagine) e lacrime del legamento crociato anteriore
Danno al tendine
Sindrome del tunnel carpale al polso
Ossa sciolte e / o cartilagine, in particolare su ginocchio, spalla, gomito, caviglia, polso o anca
La chirurgia correttiva o una biopsia possono essere eseguite usando l’artroscopia. Ad esempio, i legamenti strappati possono essere riparati o ricostruiti. La chirurgia artroscopica può eliminare la necessità di una procedura chirurgica aperta.
Potrebbero esserci altri motivi per cui il medico consiglia l’artroscopia.
Rivolgiti sempre al tuo medico per una raccomandazione sul trattamento in base alle tue condizioni individuali.
Come con qualsiasi procedura chirurgica, possono verificarsi complicazioni. Alcune possibili complicazioni possono includere, ma non sono limitate a, le seguenti:
emorragia
Infezione
Coaguli di sangue nelle gambe o nei polmoni
Potrebbero esserci altri rischi a seconda delle specifiche condizioni mediche. Assicurati di discutere eventuali problemi con il tuo medico prima della procedura.
Il medico le spiegherà la procedura e offrirà l’opportunità di porre eventuali domande sulla procedura.
Ti verrà chiesto di firmare un modulo di consenso che ti autorizza a eseguire la procedura. Leggi attentamente il modulo e fai domande se qualcosa non è chiaro.
Oltre ad una storia medica completa, il medico può eseguire un esame fisico completo per assicurarsi di essere in buona salute prima di sottoporsi alla procedura. È possibile sottoporsi a esami del sangue o altri test diagnostici.
L’artroscopia può essere eseguita su base ambulatoriale o come parte della tua permanenza in ospedale. Le procedure possono variare a seconda delle condizioni e delle pratiche del medico.

L’artroscopia può essere eseguita mentre si è addormentati in anestesia generale o mentre si è svegli in anestesia localizzata. Il tipo di anestesia dipenderà dalla procedura specifica eseguita. Il tuo anestesista lo discuterà in anticipo con te.

Dopo l’intervento, verrai portato nella stanza di recupero per l’osservazione. Il tuo processo di recupero varierà a seconda del tipo di anestesia che viene dato. La circolazione e la sensazione delle estremità colpite saranno monitorate. Una volta che la pressione sanguigna, il polso e la respirazione sono stabili e sei in allerta, verrai portato nella tua stanza d’ospedale o scaricato a casa tua. La chirurgia artroscopica viene di solito eseguita in regime ambulatoriale.
Una volta a casa, è importante mantenere il sito di incisione pulito e asciutto. Il medico ti fornirà istruzioni specifiche per il bagno. Se vengono utilizzati punti, questi verranno rimossi durante una visita di controllo. Se vengono utilizzate strisce adesive, dovrebbero essere mantenute asciutte e generalmente cadranno in pochi giorni.
Prendi un antidolorifico per dolori come raccomandato dal medico. L’aspirina o alcuni altri farmaci antidolorifici possono aumentare la possibilità di sanguinamento. Assicurati di prendere solo i farmaci raccomandati.
L’attività e l’uso dell’articolazione possono essere limitati per 24-48 ore dopo un’artroscopia diagnostica. Se vengono eseguite altre procedure, come una riparazione del legamento, l’attività e l’uso dell’articolazione potrebbero essere limitati per un periodo di tempo più lungo. Il medico ti fornirà istruzioni specifiche. Per un intervento chirurgico al ginocchio, potrebbe essere dato un immobilizzatore da indossare. Il medico può anche istruirti sull’applicazione del ghiaccio sul sito chirurgico e sull’innalzamento del ginocchio quando si è seduti. Le istruzioni specifiche dipenderanno dalla procedura esatta eseguita.

Medici

Dr.Flamur Vellku
Dr.Flamur Vellku